Salta il contenuto

Ipertimesia e ricordare le date della propria vita

245

Commenti

  • BluBlu Post: 639
    Oddio no io non ricordo niente di tutto ciò. E non posso neanche confermare robe perché 2011 o 2009 non fa differenza. Non mi ricordo neanche fatti accaduti poco fa. I miei cugini mi dicono "ti ricordi quando eravamo piccoli e quella volta è successo che..." e io sempre "no, non me lo ricordo".
    Anche io

    Tutti indaffarati a cercare lo spiraglio nel baratro delle maschere divoratrici.
  • Andato46Andato46 Post: 5,160
    Oddio no io non ricordo niente di tutto ciò. E non posso neanche confermare robe perché 2011 o 2009 non fa differenza. Non mi ricordo neanche fatti accaduti poco fa. I miei cugini mi dicono "ti ricordi quando eravamo piccoli e quella volta è successo che..." e io sempre "no, non me lo ricordo".
    Ecco. Sono esattamente così. Non mi ricordo nulla di nulla...
  • @fattore-a. Di solito sono particolari che mi tornano in mente se stimolati da qualche fattore come l'ascolto di una canzone o una precisa richiesta.
    AliceinW
  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    Ecco. Sono esattamente così. Non mi ricordo nulla di nulla..
    Vale anche per me fino a 12 o 13 anni.
  • FrancescoFrancesco Post: 966
    modificato aprile 2014
    Io ricordo moltissimo della mia vita, a cominciare da circa 4 anni e mezzo, ricordo date, luoghi, anche insignificanti. Una delle mie fisse è proprio ripassare il passaito. Ad esempio, oggi è 13 aprile 2014, allora comincio a chiedermi: cosa facevo il 13 aprile 2004, 1994, 1984, 1974 ?
    MI fermo al 74 che avevo 8 anni.

    Non vorrei mai far parte di un club che accettasse tra i suoi soci uno come me. (G. Marx)
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    Ne hanno appena parlato all'Eredità su Rai1: una domanda del vero o falso parlava di Jill Price, la donna che non riesce a dimenticare e per la quale è stato coniato il termine ipertimesia.
  • FomalhautFomalhaut Post: 143
    modificato maggio 2014
    L'americana Jill Price,la mitica A.J. della quale si cominciò a parlare di ipertimesia nel 2006, coniando questo neologismo ad hoc. Per chi non lo sapesse, probabilmente partirà a breve una ricerca sugli ipertimesici italiani condotta da un'università capitolina. Chi ha interesse a riguardo cerchi pure la cosa online o mi scriva in privato, gli/le inoltro appositi riferimenti. Ne parlo da scrivente interessato in quanto sono da molti "additato"di essere il più noto "ipertimesico"della mia cittadina natale...perchè"il paese è piccolo e la gente 'mormona' mormora..."
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    Per chi non lo sapesse, probabilmente partirà a breve una ricerca sugli ipertimesici italiani condotta da un'università capitolina. Chi ha interesse a riguardo cerchi pure la cosa online o mi scriva in privato, gli/le inoltro appositi riferimenti. Ne parlo da scrivente interessato in quanto sono da molti "additato"di essere il più noto "ipertimesico"della mia cittadina natale...perchè"il paese è piccolo e la gente 'mormona' mormora..."
    Puoi postare un link per favore?
  • nova.ilsole24ore.com/frontiere/dotati-di-supermemoria-cercansi
  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    Up
  • Ci sono quasi.
    Ricordo molto bene le date più importanti della mia vita (oltre ai compleanni delle ragazze che mi piacevano anche tempo fa!!!), e sono in grado di raccontare nei minimi dettagli gli eventi. Ma mi succede anche quando si tratta di qualche narrazione di mio interesse (es. un film, eventi storici); inoltre, a parte quando sto già vagando con la mente, la cosa non mi reca svantaggi o disturbi in alcun aspetto della mia vita.
    La vedo più come una qualità.
    Re-motivate me, I'm all there is to be - An omnipotent being so complete in my diversity
  • Che thread interessante. Grazie @A87
    Io non ricordo per niente le date, però ho una memoria vivida per degli episodi insignificanti in cui ho avuto forti sensazioni tattili o olfattive.
    Ho tantissimi ricordi di bambina e mi chiedevo, non è così per tutti? Forse no, ecco.

    Per esempio mi ricordo l'odore della terra quando un pomeriggio nel cortile della scuola scavavo in cerca di vermi, o l'odore che aveva il vento quella volta in cui in barca a vela a 9 anni mi stringevo addosso il pareo per il freddo. Ricordo una volta a circa tredici anni che mi ero seduta sugli scogli per ore estraniandomi da tutto, soprattutto perché mi godevo la consistenza calda e spugnosa delle rocce sotto di me, il calore del sole, la risacca che mi schiumava intorno. Ricordo molto bene che avevo cinque anni quando ho conosciuto quella ragazzina sorda che scappava come un cerbiatto impaurito, con gli altri bambini che le correvano dietro per scherzo perché lei si fidava soltanto di chi riusciva a baciarla ed esattamente ricordo la colonna dove l'ho inchiodata e l'ho baciata per consacrare la nostra amicizia, prima di tutti gli altri. Ricordo benissimo il declivio della montagna da cui ci siamo lasciate rotolare dopo e il profumo dell'erba.
    Ricordo il mio primo bacio rubato, a dodici anni, il terrore che provavo cercando di non guardare lui, il nemico di mio fratello, negli occhi. Erano le due di un martedì d'agosto. C'era un sole timido tra le ombre dei portici. Ricordo benissimo quale vestito indossavo e che mi ha chiesto se potevamo rivederci e io: no, mai! e poi la corsa folle per scappare tenendoci per mano anche se indossavo le zeppe.
    Invece ricordo a mala pena l'altra prima volta, che ho vissuto senza emozione verso i diciotto anni.
    Ricordo il mio primo incubo, avevo due anni circa e ho sognato dei mostri che mi venivano incontro.
    Ricordo senza fatica i nickname di alcuni con cui chattavo più di dieci anni fa e alcune frasi che ci siamo detti.

    Sembra che i miei ricordi siano una marea di vividissime sensazioni, più che la pellicola di un film che scorre e non ho mai l'impressione di guardarli da fuori come un'estranea. Non mi ricordo tanto i fatti, ma più che altro se sono associati a una sensazione che ho provato.
    kachina

  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    Per me i miei primi 13 anni sono come se non fossero miei, come se anziché viverli in prima persona, li avessi guardati attraverso uno schermo, distrattamente, e come se questo “film” non lo vedessi da tanti anni.
    fattore_a
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    Chiedo a tutti voi: nel ricordare un episodio della vostra vita, lo ricordate con gli occhi di allora oppure come se foste lì con gli occhi di adesso?

    Quale senso prevale nel ricordo?
  • Andato_87Andato_87 Post: 3,049
    Dipende da come mi sento in quel momento. In genere prevale il senno di poi.
    fattore_aShadowLinekachina
  • Nel ricordare l'episodio ricordo anche le mie sensazioni di allora quindi lo ricordo fedelmente come l'ho vissuto in quel momento con gli occhi di allora, e, successivamente, lo rivaluto, lo interpreto, gli do un significato, con gli occhi di adesso.
    Ma il ricordo registrato non cambia: è registrato.
    fattore_akachina
  • KaleenKaleen Post: 386
    modificato aprile 2015
    Io ho ricordi antichissimi, di quando ancora non camminavo, ad esempio il mio primo giorno del secondo anno di nido (avevo 10 mesi)... mi è sempre sembrata molto strana questa cosa, una psicoterapeuta ha avanzato l'ipotesi che potesse essere dovuto ad una soglia di attenzione molto alta dovuta alla sensazione di uno stato di pericolo, mi è sembrato verosimile. 
    Un'altra mia personale ipotesi è che da quando io ricordi mio padre mi diceva di ricordare i momenti della mia vita. Evidentemente l'ho preso alla lettera.
    In quanto alle date invece sono IPOtimesica... credo per via della mia discalculia galoppante.
  • KaleenKaleen Post: 386
    @fattore_a con gli occhi di allora, come se fossi l'attrice in scena di un film già visto.
    fattore_a
  • Ho letto molti articoli su questo argomento. L'ipertimesia è una condizione molto particolare che fa si che la persona ricordi ogni singolo momento della propria vita. Questa condizione porta molto spesso a depressione , proprio per il fatto che non viene dimenticato nulla e non opera quel particolare meccanismo che si chiama 'rimozione'(che scatta quando si vivono eventi traumatici ). In italia fino ad adesso son stati accertati solo 20 casi.
    fattore_a
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    @Dharma io ho trovato pochi riferimenti se non le solite cose già presenti nella voce di Wikipedia.

    Leggevo che poteva trattarsi di una forma di disturbo ossessivo compulsivo, però - nel mio caso - non spiegherebbe come riesca a pescare ricordi collocabili fino al novembre 1980 (avevo circa 24 mesi).

    Il mio ricordare non è sempre volontario ma la visione del ricordo si sovrappone al reale. Per questo, nel mese di maggio mi si ripresentano con più facilità immagini degli altri mesi di maggio già vissuti e così via.

    Per me è come se fosse accaduto tutto ieri. Un amico mi rimprovera che è un anno che non ci si vede me per me è come esserci visti il giorno prima, anche se tra il 07/02/2013 e il 07/02/2014 sono passati esattamente 365 giorni.

    Quali altri riferimenti hai? Grazie.
    Peregrino
  • Ho letto molti articoli su questo argomento. L'ipertimesia è una condizione molto particolare che fa si che la persona ricordi ogni singolo momento della propria vita. Questa condizione porta molto spesso a depressione , proprio per il fatto che non viene dimenticato nulla e non opera quel particolare meccanismo che si chiama 'rimozione'(che scatta quando si vivono eventi traumatici ). In italia fino ad adesso son stati accertati solo 20 casi.


    In Italia non vi è alcuno studio sistematico della fenomenologia come già portato avanti negli USA e in Canada,i 20 casi sono solo quelli che si stimano data l'infima incidenza sulla popolazione,quindi uno ogni 3 milioni di abitanti(probabilmente sono uno di quei"20 eletti",
    fattore_a lo è senz'altro più di me...).Lo studio per l'Italia"dovrebbe"partire a breve,fondi permettendo...come sempre.
    fattore_a
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    Oggi, da me, piove come pioveva il 22/05/2004. 

    Ho trovato questo articolo, non recente, che parla ancora di ipertimesia, anzi, parla di memoria autobiografica superiore. 

    L'articolo descrive bene cosa succede. "Dai loro una data e la risposta è immediata. Il giorno della settimana viene fuori così dalla loro testa, senza neanche pensarci. Possono fare questo per molte date e nel 99% dei casi sono precisi."

    Alcuni studi mettono in relazione l'ipertimesia col disturbo ossessivo compulsivo, ma senza certezza, perché i soggetti osservati hanno l'abitudine di collezionare cose.

    Quindi, vi chiedo se collezionate cose così come "collezionate" ricordi. Questo dovrebbe far supporre che il ricordo sia volontario e ricercato, però senza selezione; invece, nella collezione e nella catalogazione si ritrova una selezione e la volontarietà del gesto (seppur ossessivo e compulsivo).

    Nel mio caso, non c'è alcuna selezione nei ricordi che sono immagini (fotogrammi) che mi si proiettano nella testa, a volte per consapevole associazione (per esempio, il 18/04/2015 ho rivisto un film di Verdone che avevo già visto il 26/12/2014, il 28/12/2013 e il 20/07/2001 mentre fuori c'era un temporale), a volte per associazione suscitata da un'immagine o un racconto (per esempio, la pioggia di oggi come la pioggia del 22/05/2004), altre volte per volontà o su richiesta.

    Pur riscontrando in me atteggiamenti forse ossessivi compulsivi, non tendo a collezionare cose ma anzi a trattare ogni cosa come se fosse unica.
  • wolfgangwolfgang Post: 10,786
    L'ipertimesia non può essere conseguenza di un doc, al più causa.
    fattore_aWBorgAliceinW
    Né scusa né accusa. Addestrare le competenze, insegnare valori, e-ducare l'Uomo dalla Bestia. La Natura non è una scusa.
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    Ho trovato un altro articolo interessante
    Al paragrafo 3.2.2 parla del calendario mentale e di come riuscire a individuare il giorno della settimana a partire da una data.

    Io uso esattamente il secondo dei metodi descritti, cioè parto da una data di riferimento vicina alla data richiesta.
    In questo modo, 14 anni fa, giocando su questa cosa all'università con alcuni amici, avevamo scoperto un baco nel calendario del telefonino di uno di loro. 

    Nell'articolo sono mostrate anche alcune immagini del cervello con delle aree evidenziate. Un inglese troppo medico per me a una lettura a prima vista.
  • SheldonSheldon Post: 617
    Strano... da piccolo ricordavo tutto: date, numeri di targa, numeri di telefono, nomi... e tutto ciò naturalmente, senza un metodo né una volontà particolare di mandare a memoria certi dati... poi, crescendo, ho come la sensazione di essere una "bottiglia piena" in cui non entra più nulla o quasi.
    Cioè, ho ancora una memoria che viene definita prodigiosa per le materie di mio interesse, ma per il resto dimentico tutto. Tutto. Anche cose molto importanti. ed ho molte difficoltà di apprendimento delle procedure per fare le cose.
    fattore_a
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    StellaObsoleta ha detto:
    Che bella storia! Grazie @StellaObsoleta per la condivisione dell'articolo. Leggerlo mi ha messo serenità e oggi ne avevo bisogno.

    Chissà, magari questo Giovanni è uno del Forum. Congratulazioni a Giovanni da parte di @fattore_a!
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    Condivido con il Forum questo articolo pubblicato l'11 ottobre e che parla di ipertimesia.

    A differenza degli altri articoli pubblicati in passato e che ho letto, qui è descritta una possibile risposta al mistero dell'ipertimesia (mistero per me, almeno). Riporto testuale:

    "L'ipertimesia in natura è una risposta adattativa a tutti i conflitti biologici che si applicano perché non si è potuto rievocare un insegnamento familiare al momento del bisogno. [...] Un conflitto biologico risentito con colpa per non essersi ricordato un doloroso insegnamento genitoriale può far scattare l'ipertimesia come risposta adattativa".

    Commenti?
    Kaliaamigdala
  • Buongiorno.Potrebbe esserci una correlazione come no,purtroppo i casi sono talmente pochi che un campione limitato non potrà dar una risposta univoca...
    fattore_a
  • fattore_afattore_a Post: 2,337
    modificato febbraio 2016
    Cominciano le ricerche:
    repubblica.it di oggi.
    Post edited by fattore_a on
    mandragola77
Accedi oppure Registrati per commentare.