Salta il contenuto

Ma perchè? Domande sceme ai neurotipici

1235»

Commenti

  • Non so cosa sia successo: ovviamente mi sono incasinata coi pulsanti.

    Nel mio commento precedente, la parte sopra è la citazione del post di @Libellula.

    Il secondo box invece contiene il mio commento.

    Perdono!! 
    :D
    Libellula
  • LifelsLifels Post: 1,854
    @woodstock
    Sono colpito, profondamente, e totalmente d'accordo con quanto hai scritto
    Tutto “tra virgolette”

  • Una cosa che non capisco invece è perché se spieghiamo a delle persone come ci sentiamo in determinate situazioni queste ignorano completamente quello che diciamo e continuano imperterrite a fare ciò che facevano prima? A me tutto ciò fa innervosire parecchio. Io cerco sempre di rispettare le persone e faccio attenzione a questo. Invece gli altri li trovo tremendamente egoisti. Oppure quando le persone invece che cercare di capire il concetto x si soffermano sul loro punto di vista. Non vanno incontro all'idea dell'altra persona per cercare una comprensione più reale bensì si soffermano esclusivamente sul "io ho ragione".
  • Fenice2016Fenice2016 Post: 1,736
    @BlackCrow secondo me gli altri possono continuare per una serie di motivi singoli o correlati tra loro, mi viene in mente:
    -quel punto di vista é talmente lontano dal loro che non riescono a concepirlo e ad ancorarlo alla loro esperienza dunque lo cancellano (in buona fede);
    -pensano che il fastidio espresso dall'altra persona sia "leggero" perché hanno esperienza che le persone a volte usano le parole in modo superficiale ed esagerato;
    -non capiscono e danno poca importanza alla cosa;
    -si comportano in modo maleducato fregandosene dell'altro e considerando solo il proppio punto di vista e il proprio tornaconto;
    -....
    Sicuramente c'è ne saranno tanti altri.


    La seconda situazione invece a volte è una difesa. Il punto di vista dell'altro è incompatibile con il proprio perché lo mette in discussione, in qualche modo, e la persona non è pronta per modificare il suo pensiero o ammettere che possa non essere completo/corretto. Poi sicuramente anche per questa situazione ci saranno tantissime altre motivazioni.


    Ciao
  • Fenice2016 ha detto:

    @BlackCrow secondo me gli altri possono continuare per una serie di motivi singoli o correlati tra loro, mi viene in mente:
    -quel punto di vista é talmente lontano dal loro che non riescono a concepirlo e ad ancorarlo alla loro esperienza dunque lo cancellano (in buona fede);
    -pensano che il fastidio espresso dall'altra persona sia "leggero" perché hanno esperienza che le persone a volte usano le parole in modo superficiale ed esagerato;
    -non capiscono e danno poca importanza alla cosa;
    -si comportano in modo maleducato fregandosene dell'altro e considerando solo il proppio punto di vista e il proprio tornaconto;
    -....
    Sicuramente c'è ne saranno tanti altri.


    La seconda situazione invece a volte è una difesa. Il punto di vista dell'altro è incompatibile con il proprio perché lo mette in discussione, in qualche modo, e la persona non è pronta per modificare il suo pensiero o ammettere che possa non essere completo/corretto. Poi sicuramente anche per questa situazione ci saranno tantissime altre motivazioni.


    Ciao

    Ho molto da imparare, ti ringrazio per le dritte.
    Fenice2016
  • Fenice2016Fenice2016 Post: 1,736
    modificato giugno 2017
    @BlackCrow le mie sono ipotesi, poi ce ne saranno sicuramente moltissime altre.
    Tutti abbiamo da imparare., sei in compagnia di 7 miliardi e più di persone. Magari non tutte lo ammettono però ;)

    Ciao
  • Neanch'io ho una risposta su perché qualcuno si appoggia a te come se fossi una colonna L'ultima è una cosa che (purtroppo ) faccio anch'io e su cui vorrei lavorarci , ma provo a dare una risposta : forse ci so guarda dentro per dare ispirazione all' altro per risolvere il problema, ma spesso finisce per raccontare solo di sè e dunque i tentativo perde di valore.
  • vera68vera68 Post: 3,485
    Premetto che non ho letto tutta la discussione dall'inizio.
    Anche io non capisco perché abbracciarsi durante una partita di calcio per un goal....ma io faccio molta fatica ad esultare. Anzi mi è impossibile.
    Per quanto riguarda rispondere a qualcuno che ti sta parlando di un suo problema, con la condivisione della propria esperienza, rispondo cosi:
    Io lo faccio perché io riconosco solo le mie emozioni personali e riconosco quelle dell'altro solo in rapporto alle mie. (per cui ad esempio se una persona ha subito una disgrazia di cui io non ho mai fatto un'esperienza simile, capisco razionalmente che questa persona sta male ma il cuore ne resta assolutamente indifferente e non riesco a sentirmi coinvolta )In realtà sto cercando di aiutarlo perché sto mettendo sulla "bilancia interiore" la mia situazione e la sua per poter stare in sintonia con lui. Per cui io finisco sempre con il parlare di me
    amigdala
  • pokepoke Post: 1,721
    Perché l'unico libro tradotto in italiano di H. Asperger è "Bizzarri, isolati e intelligenti"?

    Cioè non mi capacito che sia pieno di autobiografie, autismo dal di dentro dal di fuori, e molto poco sull'asperger di Asperger.. mi sembra un paradosso.
    it
Accedi oppure Registrati per commentare.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Libro Gratuito "Lo Spettro Autistico risposte semplici" Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici