Salta il contenuto

Numero di partner

12346»

Commenti

  • itit Post: 536
    Un bacio a 17 anni, uno a 26 , una relazione a 29...
  • MarkovMarkov Post: 10,876
    modificato febbraio 2018
    Ormai mi appresto a concludere la mia esperienza italiana con zero relazioni :) 
    ...Ma pure col ribadire alla gente comune: "Non farei a cambio", ho avuto altro. E spero di beccare gente più seria in futuro.
    ("E a chi si scandalizza può ben dir...")
  • Shiki_Tima_RyougiShiki_Tima_Ryougi Post: 3,844
    modificato febbraio 2018
    Due, visto che va contato anche il primo bacio. Ma il mio vero e unico fidanzato è quello con cui sto attualmente da quasi nove anni.
    AJDaisyPavelyAndato_52
    How wonderful it is that nobody need wait a single moment before starting to improve the world. - Anne Frank

    La paura uccide la mente. La paura è la piccola morte che porta con sé l'annullamento totale. Guarderò in faccia la mia paura. Permetterò che mi calpesti e mi attraversi, e quando sarà passata non ci sarà più nulla, soltanto io ci sarò. - Frank Herbert, libro Dune
  • Zero. I partner servono solo a complicarsi la vita secondo me
    Yokai22

  • Contando le storie serie sei... potevano essere di più ma ne ho rifiutati parecchi, e sono stata anche rifiutata in altri casi.... ma sarebbe meglio trovare l'amore della propria vita o quantomeno una relazione stabile e/o duratura...  
  • @KirthGersen81 ho immaginato la scena e sono scoppiato a ridere. Lei nei panni della stalker, te che scappi e molti fraintendimenti. Oddio la mia fantasia come vola :)

    Comunque si io al posto tuo avrei provato a conoscerla. Ti dirò.. Secondo me una difficoltà non sta nel voler conoscere persone bensì nel sapere anticipatamente che probabilmente non ti troverai bene o dovrai spiegare determinate cose e non venir comunque capito. Perché tu sai che ti presenterai ma sarai ND e saprai anche che lei si aspetti un comportamento NT.
    KirthGersen81
  • ArimiArimi Post: 154
    Relazioni vere e proprie, una durata nove anni, l'altra quella attuale 12. Se devo contare anche i baci più di dieci ma solo perché il primo l'ho dato a otto anni e nella mia prima relazione ci siamo lasciati diverse volte. Poi ho passato un anno a godermi tutte le esperienze che sino a quel momento non avevo mai provato e così siamo arrivati a più di dieci. Il sesso a me non fa paura, cioè soffro davvero se non posso farlo o viverlo con la persona che amo. Stessa cosa per i baci che ritengo importantissimi! Comunque sia molte di queste esperienze le ho vissute con amici. Non sono una che lega molto ma quando mi lego in amicizia accade quasi esclusivamente con ragazzi. Sono un maschiaccio o meglio mi piacciono i discorsi da maschi, sono più divertenti dell'ultima borsa comprata o il trucco per la serata! Cosi finisce che ho amici maschi e va sempre a finire che non rimane amicizia per molto perché loro ci provano, e io chiudo il rapporto.
    Coxesen
  • MarkovMarkov Post: 10,876
    @BlackCrow una curiosità. Come mai sei a zero? Quali pensi possano essere gli aspetti?

    Io, dal vivo, mi sono fatto l'idea che in realtà si possano vedere pure ad occhio nudo le differenze tra uno che ne ha avuti 10 e uno che ne ha avuti zero :)
    BlackCrow
  • AdalgisaAdalgisa Post: 1,793
    @Marcof interessante teoria..come ho scritto sopra io ho 35 anni quindi un bel po' in piu' rispetto a voi due e sono a 0..chissa' se si vede. In base a cosa pensi questo?
    E' vero se è vero che è vero che.. che mi fa impazzire se penso che le cose che ho toccato insieme a te debbano svanire...dimmi che non è, dimmi che non è tutta un'illusione...un'illusione"
  • KirthGersen81KirthGersen81 Post: 64
    modificato marzo 2018
    BlackCrow ha detto:

    @KirthGersen81 ho immaginato la scena e sono scoppiato a ridere. Lei nei panni della stalker, te che scappi e molti fraintendimenti. Oddio la mia fantasia come vola :)

    Comunque si io al posto tuo avrei provato a conoscerla. Ti dirò.. Secondo me una difficoltà non sta nel voler conoscere persone bensì nel sapere anticipatamente che probabilmente non ti troverai bene o dovrai spiegare determinate cose e non venir comunque capito. Perché tu sai che ti presenterai ma sarai ND e saprai anche che lei si aspetti un comportamento NT.

    La scena che hai immaginato tu corrisponde pressochè perfettamente alla realtà :D

    La difficoltà, nel caso mio, sta sia nel momento di conoscere una persona, sia appunto nel dopo come dici tu.

    Questo mi succedeva anche quando avevo provato ad utilizzare Tinder, Lovoo ed altri siti o app finalizzati agli incontri: quando la conversazione fluiva bene e si percepiva interesse, oppure finiva che la tipa si mostrava decisamente propensa per un incontro reale (comprese proposte dirette), come ho accennato nell'altro post troncavo improvvisamente la chat e sparivo.
    Peraltro, tutte queste ragazze mi piacevano, quindi non è che piantassi tutto perchè non ero realmente interessato (altrimenti non avrei fatto il "match" già in partenza), bensì subentravano ansie e fobie che sfociavano in un vero e proprio terrore dell'incontro reale.
    Alcune di queste tipe le avevo poi addirittura bloccate.

    Alla fine ho dovuto smettere di utilizzare questi mezzi, dato che il copione finiva per essere sempre lo stesso che ho appena descritto.

    Anche nel caso superassi queste fobie che mi bloccano proprio in partenza, giustamente subentrerebbe il discorso dell'incomunicabilità, della grossa divergenza d'interessi e della (radicalmente) differente visione del mondo: te lo immagini se andassi ad incontrare una ragazza, conosciuta tramite chat, patita di Justin Bieber, degli One Direction, di Fedez e di 'sta roba qua, magari pure fan di Uomini & Donne e TV spazzatura varia?
    Dopo pochi minuti leverei prontamente i tacchi, non ci sarebbe nemmeno il tempo per una storiella occasionale a meno di non provare un'attrazione fisica davvero esagerata nei suoi confronti.

    Del resto, anche le poche relazioni che ho avuto sono state sostanzialmente avventure prolungate, non dei veri e propri fidanzamenti; una poi è proprio durata il tempo di una notte.

  • BlackCrowBlackCrow Post: 774
    Marcof ha detto:

    @BlackCrow una curiosità. Come mai sei a zero? Quali pensi possano essere gli aspetti?

    Io, dal vivo, mi sono fatto l'idea che in realtà si possano vedere pure ad occhio nudo le differenze tra uno che ne ha avuti 10 e uno che ne ha avuti zero :)
    Bella domanda..
    La verità è che penso ci siano diversi fattori.
    Da una parte non trovo una ragazza come me con la quale vorrei stare. Questo punto andrebbe approfondito.
    D'altra parte siccome non la trovo, quando ho conosciuto delle ragazze finivo sempre per allontanarmi quando le cose si doveva fare più concrete perché io ho i miei tempi e se non sono convinto di voler fare una cosa con una persona non la faccio. Non sono il tipo che ama toccare le persone o le ragazze. Quindi quando lo faccio è perché lo voglio davvero. Se non sono interessato davvero non mi spingo a fare certe cose. In passato mi sono sforzato molto per affrontare quel disagio che provavo nel parlare con le ragazze e sono migliorato moltissimo.
    Se una ragazza mi tocca, fidati che mi fa molto effetto anche più di quello che potrebbe fare ad una persona normale che è abituata ad essere toccata. Anche il solo averla vicina. E non parlo delle reazioni li sotto, bensì proprio di emozioni. Cose molto semplici comunque. Mi è anche capitato alcune volte di essere rifiutato. Altre volte invece mi sono tirato indietro io perché appunto per me ogni cosa ha valore e se non sono davvero convinto non mi avvicino per avere una relazione. Quando mi interessa una persona lo manifesto in modo molto chiaro e ci provo spudoratamente. Purtroppo però molte ragazze sono superficiali e quindi ci si aspetta comportamenti che io non voglio avere per i motivi di cui sopra. Quindi da una parte è la mia difficoltà a trovare una ragazza con la quale sto bene che non dipende da me tra l'altro, dall'altra le ragazze cercano persone più superficiali rispetto quello che sono io e quindi non mi apprezzano. Io sono una persona che penso abbia tutte le carte in regola per avere una relazione con chiunque. Sono una bella persona, interessante, simpatica, che sa badare da sola a se stessa anche nelle difficoltà, so cucinare, so prendermi cura di me stesso e delle persone. Sono responsabile, ho molte passioni e so anche vestirmi bene. Sono una persona che sta anche in forma per il piacere di stare bene. Sono una persona che ispira fiducia a chi mi è vicino e su cui fanno affidamento le persone che riconoscono il mio valore. Una mia cara amica mi chiede come faccia a non aver mai avuto una relazione. Non prevarico mai gli altri ma faccio rispettare la mia opinione e se sbaglio mi scuso e cambio completamente idea. Sono una persona che o la si capisce ed apprezza oppure passa per arrogante, timido (solo perché sono riservato e non amo parlare con determinate persone o in determinati momenti) ed altre assurdità varie. Praticamente non passo mai inosservato nel bene e nel male.
    Dall'altra non vado di certo nei suddetti locali per ovvie ragioni. Quindi l'unico modo che ho è quello di incontrare per caso una ragazza e se mi può sembrare interessante vado di persona e farmi avanti per scambiare due chiacchiere. Così per conoscere una persona e passare dei minuti piacevoli.
    MarkovKirthGersen81MononokeHime
  • MinosseMinosse Post: 12
    Per un periodo sono stato a secco completo, diciamo fino a 19 y.o., poi ho realizzato che era per il fatto che appena parlavo sembravo un alieno, quindi qualunque persona scappava e tornava nel pecorame.
    Successivamente poi ho deciso di parlare di meno, di trattenermi, di curare di piu` l'aspetto ecc. Da li` le donne sono arrivate eccome, insomma ero carino.. ricordo una ragazza che una volta me lo disse esplicitamente:" Tu sei un ragazzo bellissimo, quello che allontana le persone e` il modo in cui ragioni", era vero, ogni tanto trovare qualcuno sincero apre un mondo.
    Ora a distanza di quasi 30 anni sono abbastanza distaccato dall'argomento sesso, direi che e` una argomento metabolizzato e superato, l'eta` della ragione. Rimane comunque una esperienza utilissima e necessaria.
    Al contrario per me e` diventato una ridicola perdita di tempo e provo dispiacere per chi ne e` dipendente.
    ale82
  • MinosseMinosse Post: 12
    In ogni caso la mia esperienza mi dice che molto del cosiddetto attaccamento altro non e` che dipendenza sessuale, livelli di endorfine. L'amore e` altro.

    ale82
  • DarkSoul988 ha detto:

    Non so bene cosa dovrei rispondere. Io sono asessuale, quindi vivo le relazioni in un modo un po' particolare.

    Comunque... prima di scoprire di essere asex, ho avuto una relazione a distanza con un ragazzo. Quella è stata l'unica relazione degna di nota.
    Qualche anno dopo, ho avuto una "relazione", sempre a distanza, ma ci vedevamo 3-4 volte l'anno e non ci baciavamo, né abbracciavamo mai. 
    Ultimamente ho avuto una relazione platonica con un ragazzo aspie... mi sembrava molto simile a me ed era l'unica persona in grado di farmi stare bene e rendermi felice. Però ho capito che, purtroppo, lui non provava le stesse cose per me. Ora sono tornata nella mia solitudine e mi sento vuota e triste. :(
    Però bisogna ammetterlo: la solitudine è la più affidabile compagna, non ti tradisce mai, c'è sempre e ti riempie completamente.
Accedi oppure Registrati per commentare.