Salta il contenuto
Evento online per i 10 anni di Spazio Asperger

Cercare di ricevere attenzioni dalla ragazze! Voi lo fate o ve ne fregate?

nrkeynrkey Post: 144
Sto messo proprio male...non mi considera mai nessuna, mi considero brutto, sfigato e insicuro.
Allora cerchi di darti una smossa, nelle tue possibilità, cambi immagine al profilo di facebook, non lo fai da anni, cerchi di metterne una decente, dove sembri carino, non ottieni alcuna reazione tranne quella di tua sorella che ti manda i cuoricini e ciò ti fa sentire ancora più sfigato e ci resti male.
Allora pensi, ora mi iscrivo a instagram, tanto le ragazze/donne stanno tutte lì, metti la stessa foto "caroccia", stesso copione, passano i giorni e inizia a seguirti solo tua sorella.
Magari conosci una ragazza online a cui piaci, poi per me che tendo ad idealizzare diventa la mia ossessione, ma questa sta così incasinata sentimentalmente e la situazione e così complicata che le dici "non me la sento", però resti ossessionato e continui a sperare che non si scordi di te e invece puntualmente sparisci dai suoi pensieri, come se tutte le ragazze fossero bravissime a fare questo, tranne te che sei il solito ingenuo.
Però senti sempre il bisogno di ricevere attenzioni che puntualmente non arriveranno mai. Come si fa?
Non mi giudicate, non sto cercando commiserazione! Voglio solo analizzare il fenomeno se qualcuno ci si è mai ritrovato, anche da lato femminile.
Charadeneonerorondinella61
«134567

Commenti

  • Non cerco attenzioni dalle ragazze e non penso a come fare per riceverle. Poi le attenzioni le ricevi se sei attraente, interessante, se ti fai conoscere e sostanzialmente avendo una vita sociale. Entrando a contatto con le persone troverai chi ti apprezzerà e tra queste ci saranno delle ragazze. Quindi un po' di sano e concreto ottimismo e su con il morale!!
  • Io l'ho fatto in passato. Ma credo che il mio fine non fosse davvero l'instaurare una relazione quanto semplicemente pormi nel mercato sentimentale, come tutti i comuni mortali fanno senza neanche comprendere che lo stanno facendo. Da un po' però non lo faccio. Mi sto fortemente abituando alla mia sola presenza per godere della mia vita, e devo dire che è molto soddisfacente. All'inizio è stata un po' dura perché sono dovuto uscire da quel circolo vizioso ( che ci insegnano ) secondo cui la vita è più valida se ci sono gli occhi degli altri a confermarti che tu effettivamente "sei".
    Ma quando ho iniziato a tirarmi su è stata una goduria vera ed autentica...ho ricominciato ad emozionarmi per molte cose che prima erano grigie. Ora che gli unici occhi di cui voglio la conferma sono i miei, so che "io sono" anche solo e soltanto per me stesso.
    La conseguenza è che i miei tentativi di cercare gli altri e le loro attenzioni si sono ridotti del 80% abbondante - ragazze comprese.
    nory
  • nrkeynrkey Post: 144
    Credo che da parte mia ci sia ricerca di affetto ed empatia femminile che non ho mai ricevuto, neanche da mia madre, non cerco visibilità, cerco rapporti profondi, una donna che mi entri in testa, purtroppo è difficile trovarne così, soprattutto donne dedite all'esclusività del rapporto, oggi sembra che tutti vogliano sentirsi liberi un giorno di amare una persona, il giorno dopo un'altra, dandoti la sensazione che tu non sei sufficiente per loro...per me non è scandaloso, semplicemente mi farebbe uscire fuori di testa e mi addolorerebbe ...per fortuna passo periodi opposti, in cui cerco proprio di nascondermi dalla faccia della terra e sento l'esigenza di essere completamente solo.
  • nrkeynrkey Post: 144
    A me capitano sempre casi complicati, è uno dei grandi misteri della mia esistenza...
  • acquaacqua Post: 131
    nrkey ha detto:

    soprattutto donne dedite all'esclusività del rapporto, oggi sembra che tutti vogliano sentirsi liberi un giorno di amare una persona, il giorno dopo un'altra, dandoti la sensazione che tu non sei sufficiente per loro...

    Gli uomini e le donne sono piu' simili di quello che l'educazione che riceviamo vuol farci credere. L'attrazione tra le persone dall'adolescenza in poi e' principalmente sessuale,assolutamente non monogama. La
    monogamia e' una scelta,che,considerati i numeri di divorzi e separazioni,non sembra nemmeno particolarmente vincente.
    Detto questo,capisco i tuoi bisogni affettivi,ma fossi in te lavorerei piu' sul rapporto con tua madre e alleggerirei le aspettative sulle donne.
    Corocottas
  • nrkeynrkey Post: 144
    Mmm...mia madre è ultrasessantenne e io ormai sono grandicello. Ho imparato ad accettare il distacco emotivo ed è già una gran cosa per me, non credo di poter fare meglio o colmare i vuoti affettivi con lei, anche perché non ne sento più il bisogno.
  • acquaacqua Post: 131
    Eh ma tu dicevi di avere vuoti affettivi da colmare e mescolare questa lacuna con le relazioni con le donne potrebbe farti stare veramente male. Lo dico per te.
    rondinella61
  • CharadeCharade Post: 1,378
    Cercare attenzione sui social è un modo disfunzionale di cercare attenzione per come la vedo io. Ti dà attenzione per la tua immagine, ma non significa che le persone che ti mettono like si interessino realmente di te. Si interessano, appunto, di come appari. Tu vuoi questo?
    Inoltre se avessi tanti like io non penso che ti sentiresti meglio, perché ne vorresti ancora di più, non basterebbero mai e ti chiederesti come mai l'ultima foto non ha avuto il successo della precedente. Per dirlo con una frase che mi piace tanto "If you live for other people's acceptance, you will die from their rejection", "Se vivi per essere accettato dagli altri, morirai del loro rifiuto", perché l'attenzione degli altri non basta mai, è come una droga e quando inizi a farti di attenzione ne vuoi di più, di più e sempre di più.
    Se vuoi attenzione sana comincia tu per primo a interessarti di qualche ragazza, ma non a metterle like, piuttosto chiedile come sta, mostrati interessato alla sua vita, offriti di aiutarla a fare qualcosa. E' questo il tipo di attenzione di cui una persona ha realmente bisogno, e poi lei farà lo stesso con te, magari non subito ma se sei costante succederà. 
    E in ultimo: chiediti perché senti tutto questo bisogno di ricevere attenzione dagli altri. Non puoi dartela tu l'attenzione? Perché proietti sugli altri un bisogno che puoi compensare da te? Anch'io in passato ero ossessionata dall'idea di trovarmi un ragazzo, poi mi è passata per fortuna, perché ho i miei interessi, le cose che mi piace fare, non ho bisogno che un'altra persona mi riempia la vita perché lo faccio da me. Se tu ti aspetti che un'altra persona risponda ai tuoi bisogni proietti su questa persona un'emozione di bisogno (emozione negativa), quindi saboti la relazione in partenza perché crei una dinamica di co-dipendenza. Se a contrario hai una vita piena e appagante, trasmetti all'altro questa positività ed è più probabile che qualcuna ti si avvicini anche di sua spontanea volontà, attratta dalla persona che sei...
    rondinella61
    Devo vivere guardando il fiume che scorre.
  • nrkeynrkey Post: 144
    Comunque non voleva essere una critica alla poligamia, come ho detto, non la trovo scandalosa, sono scelte che si fanno, io non la condivo. Retaggio culturale? Chiusura mentale? Non lo so, non mi do questo giudizio, so solo che mi ci troverei parecchio a disagio.

    Certo, i vuoti affettivi li ho e nascono tutti dal rapporto anaffettivo con mia madre che mi ha causato una profonda insicurezza, ma mica da adulto posso colmarli con lei.

    Ci sono passato anche io dai dolori "amorosi", ma non credo sia una scusa per dire "ok, basta ho chiuso definitivamente con le donne", ho pur sempre degli istinti.
  • acquaacqua Post: 131
    I vuoti affettivi causati dal rapporto con la propria madre si "trattano" con la diretta interessata o cercando da soli di capirne le dinamiche e facendosene una ragione. Te ne liberi e il vuoto sparisce.
    Non ho detto che devi chiudere con le donne,al contrario ti ho invitato ad alleggerire le aspettative e a seguire piuttosto proprio quegli istinti di cui parli ;)
  • nrkeynrkey Post: 144
    Charade ha detto:

    Cercare attenzione sui social è un modo disfunzionale di cercare attenzione per come la vedo io. Ti dà attenzione per la tua immagine, ma non significa che le persone che ti mettono like si interessino realmente di te. Si interessano, appunto, di come appari. Tu vuoi questo?

    Inoltre se avessi tanti like io non penso che ti sentiresti meglio, perché ne vorresti ancora di più, non basterebbero mai e ti chiederesti come mai l'ultima foto non ha avuto il successo della precedente. Per dirlo con una frase che mi piace tanto "If you live for other people's acceptance, you will die from their rejection", "Se vivi per essere accettato dagli altri, morirai del loro rifiuto", perché l'attenzione degli altri non basta mai, è come una droga e quando inizi a farti di attenzione ne vuoi di più, di più e sempre di più.
    Se vuoi attenzione sana comincia tu per primo a interessarti di qualche ragazza, ma non a metterle like, piuttosto chiedile come sta, mostrati interessato alla sua vita, offriti di aiutarla a fare qualcosa. E' questo il tipo di attenzione di cui una persona ha realmente bisogno, e poi lei farà lo stesso con te, magari non subito ma se sei costante succederà. 
    E in ultimo: chiediti perché senti tutto questo bisogno di ricevere attenzione dagli altri. Non puoi dartela tu l'attenzione? Perché proietti sugli altri un bisogno che puoi compensare da te? Anch'io in passato ero ossessionata dall'idea di trovarmi un ragazzo, poi mi è passata per fortuna, perché ho i miei interessi, le cose che mi piace fare, non ho bisogno che un'altra persona mi riempia la vita perché lo faccio da me. Se tu ti aspetti che un'altra persona risponda ai tuoi bisogni proietti su questa persona un'emozione di bisogno (emozione negativa), quindi saboti la relazione in partenza perché crei una dinamica di co-dipendenza. Se a contrario hai una vita piena e appagante, trasmetti all'altro questa positività ed è più probabile che qualcuna ti si avvicini anche di sua spontanea volontà, attratta dalla persona che sei...
    Scusa, avevo dimenticato di precisare che la mia vita è completamente vuota e fa schifo, sarà per questo che cerco questo tipo di emozioni? A volte penso di sì, altre mi dico che è normale. Io non capisco più dove sta andando la mia vita...
    Comunque, cerco di non proiettare niente su nessuna persona, nonostante quel che può trasparire sono una persona fredda e schiva, non voglio addossare niente su nessuno, non voglio apparire bisognoso o mendicante con nessuno. 
    Non cerco ammirazione e lusinghe, è proprio raro che esca la testa da sotto la sabbia.
    Ora ho un'immagine profilo con zero like, ci sono rimasto male inizialmente, ma già non mi importa più, più che altro era un feedback che cercavo, per capire a che punto è la mia immagine esteriore, va bé.
    Credo che i social siano l'unica strada che mi è rimasta, non avrei altri canali per conoscere ragazze.
    Ho grosse difficoltà a socializzare con le donne, per me anche un like significa: mi stai simpatico, non aver paura a parlare con me.
    Io ricevo zero feedback dall'esterno e non so mai come comportarmi.
  • nrkeynrkey Post: 144
    acqua ha detto:

    I vuoti affettivi causati dal rapporto con la propria madre si "trattano" con la diretta interessata o cercando da soli di capirne le dinamiche e facendosene una ragione. Te ne liberi e il vuoto sparisce.
    Non ho detto che devi chiudere con le donne,al contrario ti ho invitato ad alleggerire le aspettative e a seguire piuttosto proprio quegli istinti di cui parli ;)

    Ora sono in una situazione di equilibrio con lei, mi basta così, ma non è più in grado di darmi quello di cui avrei bisogno, credimi.

    Le mie aspettative sulle donne si sono ammansite anni e anni fa!
  • CharadeCharade Post: 1,378
    nrkey, ti ripeto che secondo me la strada giusta è che inizi a riempirti la vita con qualche interesse. Dedicati a qualcosa che ti piace fare, trova uno scopo. Aumenterà la tua autostima, ti accorgerai che sei contento di te e anche le persone inizieranno ad avvicinartisi. Credimi che funziona così, non all'inverso. Da ragazza ti dico: se anche incontrassi Brad Pitt ma mi accorgessi che passa la sua vita sul divano ad autocommiserarsi mica lo vorrei come fidanzato!!! Ci si prende e ci si innamora delle persone che hanno delle passioni e vivono per i loro interessi perché queste persone sono vive, e noi cerchiamo la vita negli altri, più di tutto...
    LisaLaufeysonBlackCrowLupa
    Devo vivere guardando il fiume che scorre.
  • nrkeynrkey Post: 144
    Hai ragione, e non essere così mi uccide...non sentirmi una persona viva e passionale, mi fa rendere conto che in realtà sto come i criceti che girano nella ruota, tanta fatica per niente.
    Hai ragione, non interesserò mai a nessuna.
    neonero
  • acquaacqua Post: 131
    I criceti piacciono a un sacco di persone.
  • CorocottasCorocottas Post: 1,322
    modificato luglio 2019
    Il punto e' cercare di capire se queste attenzioni le ricerchi perche' "vedi altri che le ricevono e pensi che il riceverne significhi piu' successo sociale di te", anche se magari tu caratterialmente non sei e non saresti il tipo di persona che "ama caratterizzarsi sessualmente" agli occhi degli altri (perche' e' quel tipo di persona in genere che riceve quel tipo di attenzione, indipendentemente dal successo o meno della sua vita privata, che non c'entra niente).

    Se e' cosi' allora si', penso che valgano i consigli di chi ti ha detto di "concentrarti sulle cose che ti emozionano davvero", perche' cosi' facendo scoprirai che la realizzazione, per la tua personalita', passa per altre vie rispetto a quelle che credevi.



    Ma il problema potrebbe essere un altro, e cio' che me lo fa pensare e' che tu stesso dici che sei "grandicello", se hai una mamma di piu' di 60 anni immagino sarai sui 30 o giu' di li', e le dinamiche descritte sopra in genere sono limitate all'adolescenza o al massimo alla prima eta' adulta e generalmente, prima o poi, si "autorisolvono" quando l'individuo capisce quali sono le sue esigenze e priorita'.




    Il problema penso che potrebbe essere che tu non ti senti rappresentato dalla tua immagine pubblica, nel senso che l'immagine di te "come ti senti di essere e di poter essere agli occhi di chi ti guarda" cozza con quella che, secondo te, viene percepita dagli altri. E se e' cosi' e' un problema completamente diverso. Non ti senti realmente sfigato, ma hai la certezza che, nonostante tutto, gli altri ti riterranno tale e per questo ti ritrovi ad auto-isolarti.

    Perche' di fatto ti auto-isoli e tra le righe lo dici tu stesso, ovvero tu "lamenti" il fatto che un cambio di foto su un social network dopo anni non sia stato notato, ma paradossalmente io vedo l'aspetto opposto in quello che hai scritto, ovvero che tu evidentemente per anni hai mostrato pochissimo di te a chi era tra i tuoi contatti, ed e' chiaro che meno si vede e meno si apprezza.

    Se poi, per caso, per gli stessi motivi sei anche riluttante a esprimere questo tipo di apprezzamento nei confronti di altre persone (per esempio vedere una foto di una ragazza che ti piace, magari che altri hanno gia' commentato positivamente, ma non esprimere un apprezzamento di tipo estetico perche' "da parte tua sarebbe troppo da sfigato") allora questo fa il resto del lavoro, perche' e' chiaro che anche chi potenzialmente nota un cambiamento nel tuo profilo e' restio ad esprimere un eventuale apprezzamento se tu non hai mai e poi mai espresso un feedback positivo nei suoi confronti.

    Puo' essere che tu pensi che "per gli altri sia scontato che non lo esprimi perche' ti senti sfigato", dato che tu proietti nella mente degli altri un'immagine irreale, sicuramente non corrispondente a quella che hanno di te, specie su ambienti come Facebook e Instagram dove molti contatti non li si e' mai neppure visti dal vivo. Ma la cosa che una persona piu' normalmente puo' pensare e' che "tu non vuoi aver niente a che fare con quella persona e/o con quel tipo di dinamica".

    Correggimi se sbaglio: tu saresti capacissimo di esporti e mostrarti interessato alle ragazze, ma non lo fai perche' "temi che da parte tua non sia accettato". E il tuo continuo esporti poco ti porta a non ricevere i feedback che vorresti, e nonostante questa lacuna sia in realta' dovuti ai motivi appena spiegati (e sono certo che razionalmente tu possa comprenderlo), la tua mente la assume immediatamente come "conferma" dell'immagine di te che proietti negli altri, il che genera un circolo vizioso di tentativo di avvicinamento, ansia, frustrazione nel non riuscire e ripresentarsi del problema da capo. E' cosi'?

    Azzardo questa ipotesi perche' e' un problema che ho anche io molto forte.
    Post edited by Corocottas on
    neonero
  • neoneroneonero Post: 150
    modificato luglio 2019
    Stessa cosa mia, ho capito che a nessuna posso interessare.Sarebbe più un atto di pietà che altro, non sono in grado di costruire niente.
    Non le biasimo...semmai qualche rapporto umano giusto per scaldare un'po la mia anima morta ma sono asettico ormai su tutto. Meglio cercare solamente di soddisfare i miei desideri e di non pensare alla sensazione di frustrazione e tristezza che tutto questo comporta.=(farmaci +alcol).
  • CharadeCharade Post: 1,378
    nrkey ha detto:

    Hai ragione, e non essere così mi uccide...

    Impegnati e diventalo, è una tua scelta
    Devo vivere guardando il fiume che scorre.
  • Capisco la tua situazione, anche io mi sento invisibile rispetto ai ragazzi ma non si sta male da soli
  • Charade ha detto:

    nrkey, ti ripeto che secondo me la strada giusta è che inizi a riempirti la vita con qualche interesse. Dedicati a qualcosa che ti piace fare, trova uno scopo. Aumenterà la tua autostima, ti accorgerai che sei contento di te e anche le persone inizieranno ad avvicinartisi. Credimi che funziona così, non all'inverso. Da ragazza ti dico: se anche incontrassi Brad Pitt ma mi accorgessi che passa la sua vita sul divano ad autocommiserarsi mica lo vorrei come fidanzato!!! Ci si prende e ci si innamora delle persone che hanno delle passioni e vivono per i loro interessi perché queste persone sono vive, e noi cerchiamo la vita negli altri, più di tutto...

    Amen.
    Charade
  • nrkeynrkey Post: 144
    Ho 30 anni, quasi 31.
    Rivelo molto poco di me, in generale sui social non interagisco mai con i miei contatti, se non con i gruppi o le pagine.
    Non interagisco con le donne, principalmente perché so che, anche se a prima vista potrei piacere, poi verrebbe fuori quella parte di me di vuoto apparente, che come hai giustamente fatto notare, non può attirare nessuna donna al mondo.
    Il mio problema è che vivo tutto principalmente nella mia testa, invece le persone sono abituate a dimostrare la propria indole con i fatti e ad interagire tramite i propri interessi, è come se fossi in un mondo di fantasia e all'esterno appaio vuoto e superficiale, pigro e apatico, in realtà la mia mente è in continuo fermento, ma sono incapace di canalizzare le energie mentali nel modo corretto, ciò mi impedisce di interagire col mondo esteriore.
    Vivo in un ritiro sociale perpetuo, ciò che la gente percepisce di me è solo il mio essere riflessivo e pacato, ma in realtà non hanno la minima idea di chi sono e che ci faccio a questo mondo.
    Credo che sia questa la brutta immagine che viene fuori di me.
    CorocottasCharadeneonero
  • acqua ha detto:

    nrkey ha detto:

    soprattutto donne dedite all'esclusività del rapporto, oggi sembra che tutti vogliano sentirsi liberi un giorno di amare una persona, il giorno dopo un'altra, dandoti la sensazione che tu non sei sufficiente per loro...

    Gli uomini e le donne sono piu' simili di quello che l'educazione che riceviamo vuol farci credere. L'attrazione tra le persone dall'adolescenza in poi e' principalmente sessuale,assolutamente non monogama. La
    monogamia e' una scelta,che,considerati i numeri di divorzi e separazioni,non sembra nemmeno particolarmente vincente.
    Detto questo,capisco i tuoi bisogni affettivi,ma fossi in te lavorerei piu' sul rapporto con tua madre e alleggerirei le aspettative sulle donne.
    acqua ha detto:

    nrkey ha detto:

    soprattutto donne dedite all'esclusività del rapporto, oggi sembra che tutti vogliano sentirsi liberi un giorno di amare una persona, il giorno dopo un'altra, dandoti la sensazione che tu non sei sufficiente per loro...

    Gli uomini e le donne sono piu' simili di quello che l'educazione che riceviamo vuol farci credere. L'attrazione tra le persone dall'adolescenza in poi e' principalmente sessuale,assolutamente non monogama. La
    monogamia e' una scelta,che,considerati i numeri di divorzi e separazioni,non sembra nemmeno particolarmente vincente.
    Detto questo,capisco i tuoi bisogni affettivi,ma fossi in te lavorerei piu' sul rapporto con tua madre e alleggerirei le aspettative sulle donne.
    Questo è vero. Molti psicologi sostengono la poligamia e la approcciano come qualcosa positiva.

  • nrkeynrkey Post: 144
    A tal riguardo ho un ricco parco di fantasie erotiche che realizzerei con la mia potenziale partner, ma non accetterei la poligamia vissuta a cielo aperto. Boh.
  • nrkeynrkey Post: 144
    Non c'è una sola ragazza che mi abbia ancora notato su questi social. 
    Dico, se non sanno chi sono, perché nemmeno si interessano? Perché dovrebbero pensare questo è uno poco interessante? Ce l'ho mica scritto in faccia?
    Ogni tanto scrivo sulle pagine o sui gruppi di FB e penso: "Qualche ragazza mi noterà e mi chiederà l'amicizia."
    Macché! Mi aggiungono solo maschi xD
  • nrkeynrkey Post: 144
    Mi sento sempre dire "bisogna stare bene con se stessi", "bisogna bastarsi",,,ma allora perché tutti si accoppiano? In realtà tutti cercano una "stampella" nella vita, perché alle volte da soli è davvero troppo pesante andare avanti.
  • SirAlphaexaSirAlphaexa Post: 3,410
    modificato luglio 2019
    Da quello che ho leggo, perdonami se sarò sintetico e diretto ma: meno social, più interazioni "reali".
    E difficile, lo so, ma l'aspetto social verrà solo dopo e sono rare le amicizie/relazioni nate esclusivamente online, a meno che frequenti gruppi o forum (come questo insomma) assiduamente.

    Ti faccio un esempio: ho conosciuto una ragazza, che mi ha chiesto l'amicizia per via della vicinanza locale tramite gruppo su facebook, ma ho avuto la possibilità di parlarci solo una volta iscritto all'accademia.
    Ovviamente procedi un passo alla volta (infatti io devo ancora chiederle un'uscita insieme lol), senza tante ansie, ma uscire dal circolo "tanto sul web si ottiene tutto quello che voglio" é la prima cosa da fare, perchè é una grossa balla. 
    Anche perchè...onestamente parlando, i likes vengono da persone che ti conoscono, mica estranei al 100%.

  • PercipioPercipio Post: 1,213
    @nrkeyIo ti consiglierei di uscire di casa piuttosto, perchè per mia esperienza qualcuna si trova sempre. È proprio impossibile non farlo. Però devo anche confessarti che non ho mai attaccato bottone in vita mia. Per dirla alla francese sono sempre stato "dragato". Forse perchè me ne sto sempre in un angolo e alle ragazze viene la curiosità: "Ma questo che problema ha? Andiamo a conoscerlo".


    Sniper_OpsLisaLaufeyson
  • nrkeynrkey Post: 144
    Non ho idea di come funziona oggi, non ho una vita sociale. 
    Pensavo che tramite i social fosse più semplice conoscere ragazze, perché ci sono mille filtri di mezzo che attenuano timidezza, ansia e quant'altro...e invece niente.
    Uscire per andare dove? Dove dovrei andare da solo...?
  • SirAlphaexaSirAlphaexa Post: 3,410
    modificato luglio 2019
    nrkey ha detto:

    Non ho idea di come funziona oggi, non ho una vita sociale. 

    Pensavo che tramite i social fosse più semplice conoscere ragazze, perché ci sono mille filtri di mezzo che attenuano timidezza, ansia e quant'altro...e invece niente.
    Uscire per andare dove? Dove dovrei andare da solo...?
    Questo si, sicuro.
    Si evita quella "barriera" del tu per tu, cosa che sei costretto a tenere durante una conversazione.
    Ma quello che vedi spesso crescere e tenere online, é nato già prima in un contesto reale, fatto al di fuori degli schermi. 

    Certo, ovvio - noi adesso siamo scrivendo in quello che alla fine é un forum, formato da persone con sogni, desideri e interessi, ma per la farla molto semplice...non puoi ottienere qualcosa con la bacchetta magica, ecco. 

    Ti é stato consigliato qualche interesse, assolutamente d'accordo. ti serve anche per te, per renderlo un hobby...qualsiasi cosa che ti faccia stare bene.

    Facciamo per finta che questo forum sia di incontri. 
    Per aumentare le tue possibilità, non sarebbe meglio che ti descrivi, scrivi cosa ti piace e cosa ti aspetti da una possibile relazione? E sopratutto, cosa ti piace fare? Si cerca di solito una persona con cui avere dei interessi e ideali in comune....e ahimè rimanere fermo e rigido senza concludere nulla diminuisce solo le occasioni.

  • PercipioPercipio Post: 1,213
    @nrkey Io esco poco, e mi piace uscire da solo. Giro molti locali. Perciò non mi è mai capitato di non conoscere qualcuna in una serata. Ma proprio mai. E quando mi dice male accompagno a casa la barista o una cameriera. Ma mi rendo conto che è una cosa che varia da persona a persona. 
Questa discussione è stata chiusa.
Dona il 5x1000 a Spazio Asperger ONLUS. Codice Fiscale: 97690370586


Ehi, straniero!

Sembra che tu sia nuovo da queste parti. Se vuoi partecipare accedi con le tue credenziali oppure utilizza il modulo di registrazione!

Scarica il libro: Lo Spettro Autistico, Risposte Semplici